Ago 7, 2008 - Senza categoria    3 Comments

Prologo

Al Liceo avevo una prof. di Lettere.

Lo so, tutti hanno una/un/alcuni/numerosi prof. di Lettere al Liceo. La mia ripeteva continuamente che “L’arte è techne“, ovvero tecnica, mestiere, capacità apprese.

Io non le credevo.

A sedici anni, leggevo e scrivevo come una dannata. O meglio: leggevo come una dannata, e volevo tanto scrivere. Buttavo giù racconti tra l’ermetico e il decorativo sulle vecchie agende (chi non l’ha mai fatto, scagli il primo calamaio!), abbozzavo atti unici, tentavo di imitare Buzzati, Tolkien, Conrad, Verga. E intanto sognavo il mio Romanzo (notate la R maiuscola, per favore) e mi dicevo che era tutta questione di talento, passione e del tempo che non avevo.

Altro che techne!

Adesso, quasi vent’anni e una decina di romanzi più tardi, adesso che sono pubblicata in due lingue (o quasi, but more of that later), adesso che di mestiere disseziono gli scritti altrui, confesso di pensarla un nonnulla diversamente.

Credo ancora che talento e passione siano essenziali; credo ancora che si impari scrivendo tanto e leggendo ancor di più; però ho anche capito che cosa intendeva la mia prof.

Signore e signori, ci vuole anche la techne. Perbacco, se ci vuole!

Mi piace pensare che talento & passione siano come l’elettricità: una forza presente in natura, che però, se non è canalizzata per mezzo degli apparecchi giusti, non accenderà nessuna lampadina. E tecniche, mestiere e capacità acquisite sono l’impianto elettrico.

Quindi, questo blog si occuperà di impianti elettrici, per lo più: l’applicazione di teorie, lo studio di principi che uno non crede, e invece fanno tutta la differenza. La differenza tra scrivere e scrivere bene, la maggior parte delle volte.

Noioso? Nemmeno per idea! Just you wait and see…

 

E se a qualcuno andasse di dare un’occhiata al mio sito… www.chimerastudio.it

Prologoultima modifica: 2008-08-07T11:48:01+00:00da laclarina
Reposta per primo quest’articolo

3 Commenti

  • Beh… sono molto contenta di aver trovato il tuo blog… che dire, ti seguirò con assiduità..
    Buona Scrittura!

  • Grazie, Olga, e ben trovata.
    A prestissimo!

  • Sai me lo ripeto spesso questo.
    Da quando sto provando a render pubblica questa segreta “morbosa malattia”.
    So di non essere ipso facto quella lampadina, ma col tempo e la tenacia chissà…
    Ciao, Enzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*