Ott 13, 2014 - Shakeloviana    2 Comments

Shakeloviana: Unauthorised History -The Killing

Abbiamo parlato di romanzi, di teatro, di cinema… oggi è il turno della radio.

radio drama 1The Killing è un radiodramma scritto da Michael Butt per BBC 4. Perché non so se vi stupirà scoprirlo, ma la BBC produce un sacco di radiodrammi, accuratamente suddivisi per genere, per durata, per target… Per esempio, ogni lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì pomeriggio, alle due e un quarto, su BBC 4 è l’ora di Drama Afternoon, tre quarti d’ora di radiodramma di varia natura, a episodi oppure no, di ambientazione contemporanea o storica…

E nell’agosto del Dieci, è stata la volta di Kit Marlowe, e delle fumose circostanze della sua morte a Deptford. Butt ha strutturato la faccenda come se fosse un documentario su un caso criminale irrisolto. C’è un narratore, ci sono dei testimoni che vengono “riascoltati” da quello che potrebbe essere un giornalista d’inchiesta… dopotutto, questo è un documentario immaginario, giusto?

Giusto?…

Chiunque sia costui, lo ascoltiamo fare le sue domande a tutta la gente che era sul posto, che ha visto, che non ha visto, che sa o potrebbe o dovrebbe sapere qualcosa, che non sa nulla, ma può gettare luce sulla credibilità di qualcun altro…

C’è la confusa Mrs Bull, la padrona di casa. C’è il povero Tom Kyd, costretto sotto tortura a incriminare il suo amico. C’è l’allarmante, pericoloso Rob Poley. C’è Ingram Frizer, l’uomo che ha confessato il delitto per legittima difesa… Ma è chiaro che al narratore interessa poco quel che è finito sulle carte dell’inchiesta. È a caccia di qualcosa d’altro. Qualcosa di ben nascosto…BBCkm

Butt ha fatto le cose per bene. La storia è asciutta, il ritmo incalzante, i dialoghi molto efficaci – ma naturalmente questa è radio, e non è soltanto questione di scrittura. E siccome non è radio qualsiasi, ma la BBC, dove il radiodramma è quasi una religione, all’ottima scrittura si accosta una produzione stellare: interpreti intensi, dalle bellissime voci e dalla caratterizzazione sottile*; un’atmosfera sonora da tagliarsi con il coltello; tempi perfetti e silenzi densissimi. Usando nient’altro che svoci, suoni e tempi ben calibrati, Sasha Yevtushenko è riuscito a creare l’impressione di una londra in bianco e nero, nebbiosa e malsicura…

E poi c’è la sorpresa finale.

Ecco, che v’interessi o meno Marlowe, che vi piaccia il radiodramma o non ne abbiate mai ascoltato uno, questo The Killing ve lo consiglio vivissimamente – non foss’altro che come esempio di una storia raccontata assai bene. E se volete provare, lo trovate qui.

__________________________________________

* Nota di merito a Burn Gorman, il cui spiccio Poley trasuda minaccia da ogni sillaba – senza la minima ombra di gigioneria vocale.

 

Shakeloviana: Unauthorised History -The Killingultima modifica: 2014-10-13T08:00:09+00:00da laclarina
Reposta per primo quest’articolo

2 Commenti

  • Ma perchè?Perchè da noi i radiodrammi non vanno?
    Pensare che abbiamo attori capaci per non parlare delle voci stupende dei doppiatori!
    Sigh!
    E comunque su questo ci butto senz’altro un… orecchio! 🙂

  • E non lo so, il perché.

    Un tempo c’era anche qui – poi è andato in declino. Peccato. Peccato davvero – soprattutto considerando i doppiatori, gente abituata a lavorare con la voce, tutta la voce, nient’altro che la voce…

    Oh well. Ci si può sempre consolare con la zia Beeb.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*