Gen 22, 2016 - grillopensante    No Comments

Il Daesh non “giustizia”

Giustiziare v.tr. [der. di giustizia] (io giustizio, ecc.) – sottoporre a esecuzione capitale, in seguito a regolare condanna penale, e più generica, in esecuzione di una condanna a morte: g. un criminale; i due traditori furono giustiziati all’alba. Erroneo l’uso del verbo nel sign. di uccidere, mettere a morte, assassinare.

TreccaniE questo era il Treccani.

E lo riporto perché sono davvero stanca di leggere e sentire che il Daesh  “giustizia” le sue vittime.

Non succede a tutte le pagine che il Treccani specifichi un uso erroneo. Erroneo, badate. Non improprio, non dialettale, non meno diffuso, non uno scivolamento semantico – no: erroneo.

Le parole significano qualcosa – con maggiore o minore nettezza, e cambiano di significato attraverso i secoli o i decenni… Ma giustiziare significa una cosa sola – e non è quello che fa il Daesh.

Quello che fa il Daesh è uccidere, mettere a morte, trucidare, sterminare, assassinare – nella più barbara delle maniere. Non ha nulla a che vedere con l’atto di giustiziare o con la giustizia – in nessun modo possibile o immaginabile. E non è solo una questione di precisione semantica. È un paravento concettuale che non mi piace veder concedere a questo genere di barbarie.

Che ne dite, o Lettori? Vogliamo fare un piccolo apello alle signore e ai signori della stampa e dell’informazione?  Usiamo le parole giuste. “Giustiziare” non appartiene alla categoria.

 

Il Daesh non “giustizia”ultima modifica: 2016-01-22T08:01:20+01:00da laclarina
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *